News

Anche i cosmetici possono provocare reazioni indesiderate

I prodotti cosmetici non hanno finalità terapeutiche ma questo non significa che siano privi di effetti indesiderati, spesso infatti sono la causa di molti problemi dermatologici Il cosmetico per sua definizione è un prodotto destinato ad essere applicato sulle superfici esterne del corpo al fine di pulire, profumare e mantenere in buono stato la pelle e i suoi annessi; sempre per definizione, il cosmetico non contiene sostanze farmacologicamente attive. Tuttavia non così raramente il loro utilizzo causa reazioni indesiderate a livello della cute. Si stima che il 10% della popolazione adulta europea e statunitense soffra di reazioni avverse ai cosmetici. I cosmetici più frequentemente responsabili di reazioni avverse cutanee sono i prodotti per la cura della pelle (creme, latti e lozioni) che non vengono solitamente risciacquati; seguono i cosmetici per unghie, i profumi e i prodotti per i capelli inclusi i coloranti. Le principali reazioni allergiche ai cosmetici comprendono le dermatiti da contatto, meno frequentemente si possono osservare orticarie e fotosensibilizzazioni. La dermatite da contatto è una reazione infiammatoria della pelle provocata dal contatto con agenti ambientali di varia natura, presente in due forme: irritativa (DIC) e allergica (DAC). Le dermatiti irritative sono le più frequenti e diffuse, si tratta di reazioni infiammatorie scatenate da agenti esterni chimici, fisici o biologici che agiscono con meccanismo diretto tossico e non coinvolgono l’attivazione del sistema immunitario. I principali agenti irritativi presenti nei cosmetici sono i surfattanti, gli emulsionanti, gli umettanti i solventi organici e i conservanti. Nelle forme acute si osservano eritema, edema, vescicole e bolle mentre nelle forme croniche i sintomi comprendono: eritema, xerosi, desquamazione, ipercheratosi, lichenificazione e ragadi. La dermatite allergica da contatto invece è una reazione infiammatoria scatenata dall’attivazione del sistema immunitario come conseguenza del contatto con agenti esogeni. Le sostanze che più frequentemente sono implicate nello sviluppo delle dermatiti allergiche sono il nichel, i profumi, il cobalto. La sintomatologia prevalente in questa forma di dermatite è il prurito accompagnato da eritema, edema ed erosioni superficiali. E’ opportuno quindi, prima di utilizzare un qualsiasi prodotto cosmetico, leggere attentamente gli ingredienti riportati in etichetta, assicurarsi che non vi siano sostanze alle quali sappiamo di avere un’allergia ed eventualmente praticare un mini-patch test prima di utilizzare il prodotto. Ecco come si fa: – applicare una piccola quantità di prodotto su una porzione del braccio – massaggiare il prodotto sulla pelle – lasciare in sede il prodotto per 24-48 ore e non bagnare/lavare la parte – successivamente controllare se sul braccio appaiono segni di reazione avversa: rossore, pizzicore, prurito, dolore, gonfiore

Info autore

Dr. Filippo Fassio

Allergologo, appassionato di allergologia e Allergy Blogger. Lavoro tra Firenze, Pistoia e Lucca. E cerco di fare del mio meglio per arrivare sempre alla soluzione del problema!