Asma bronchiale News

Conoscere (e riconoscere!) l’asma

L’asma è una patologia respiratoria molto comune, non così semplice da diagnosticare e pericolosa se non trattata. Impariamo a conoscerla. L’asma è una patologia infiammatoria caratterizzata da ostruzione reversibile delle vie aeree inferiori, spesso dovuta a sensibilizzazione da parte di allergeni. E’ una delle malattie respiratorie croniche più diffuse nel mondo, Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità gli asmatici sono in tutto il mondo tra 100 e 150 milioni. Nei soggetti predisposti questa infiammazione provoca episodi ricorrenti di respiro sibilante, difficoltà respiratoria, senso di costrizione toracica e tosse. I sintomi dell’asma possono comparire in maniera graduale o improvvisamente e la loro intensità può variare da una crisi all’altra. Questi episodi si presentano generalmente come delle crisi intervallate da periodi di relativo benessere. La sola comparsa dei sintomi non è sufficiente per una diagnosi sicura d’asma dal momento che molti sintomi sono in comune con altre patologie di natura respiratoria come le bronchiti e gli enfisemi. E’ compito quindi del medico stabilire attraverso specifici test se si tratta effettivamente di asma, dimostrando la presenza di ostruzione reversibile delle vie aeree e la presenza di iperreattività bronchiale. Solitamente l’asma esordisce in età giovanile ma la patologia può manifestarsi anche in età adulta. I fattori di rischio per l’asma sono numerosi, possono essere di origine genetica e ambientale e ciascuno può intervenire con peso differente nella manifestazione della malattia. Tra i fattori ambientali vi sono:  l’esposizione al fumo di tabacco, anche quello passivo  l’inquinamento ambientale  gli allergeni che possono trovarsi sia in ambienti chiusi, come gli acari della polvere e la muffa, sia all’aria aperta, come i pollini  gli allergeni che derivano da insetti e animali domestici (cani e gatti) Anche il livello nutrizionale, di educazione e le condizioni igieniche sono elementi che influenzano profondamente l’andamento della malattia. Raffreddore, affaticamento e stress sono tra i fattori più comuni che possono contribuire a peggiorare le crisi d’asma o determinare un peggioramento dei sintomi. L’asma è una malattia cronica per la quale ad oggi non esiste un trattamento risolutivo. E’ possibile, però, controllarne il decorso, riducendo gli attacchi d’asma e le loro conseguenze attraverso una trattamento necessariamente individuale stabilito dal medico.

Info autore

Dr. Filippo Fassio

Allergologo, appassionato di allergologia e Allergy Blogger. Lavoro tra Firenze, Pistoia e Lucca. E cerco di fare del mio meglio per arrivare sempre alla soluzione del problema!