Asma bronchiale

Yoga benefico contro l’asma? Si, ma…

L’asma è una malattia polmonare infiammatoria cronica che colpisce circa il 10% della popolazione. I sintomi dell’asma in genere includono mancanza di respiro, dispnea, tosse e senso di costrizione toracica. In un soggetto asmatico, gli stimoli che possono scatenare una crisi sono molteplici e: particolari condizioni di stress, aria troppo fredda o troppo secca, esercizio fisico, infezioni virali (come il comune raffreddore), fumo di sigaretta e inquinamento e la presenza di allergeni come polline, muffa, acari della polvere e peli di animali. Normalmente per il trattamento di questa patologia si consiglia di evitare quanto più possibile i fattori scatenanti e si prescrive una terapia farmacologia che include farmaci per il trattamento delle emergenze e farmaci per mantenere la patologia sotto controllo. Recentemente uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Annals of Allergy, Asthma & Immunology dal titolo “Yoga for Asthma: A Systematic Review and Meta-Analysis”si è occupato di verificare se la pratica dello yoga possa essere di aiuto nel trattamento dell’asma attraverso una analisi di tutti i dati disponibili su questo tema. La meta-analisi ha incluso dati provenienti da un totale di 14 diversi studi che hanno coinvolto oltre 800 persone con asma. Tutti gli studi erano stati condotti con lo scopo di determinare gli effetti di varie sessioni di yoga (praticate con costanza per settimane o mesi) sui sintomi dell’asma come funzionalità polmonare e necessità di assumere farmaci. I benefici riscontrati nel corso delle sessioni di yoga sono stati comparati con quelli ottenuti con le tradizionali cure per l’asma e con i risultati ottenuti in seguito alla pratica di “finto yoga”, una falsa forma di yoga che in questo genere di studi ha svolto la funzione di placebo e che prevedeva esercizi posturali, esercizi di respirazione e di meditazione. I risultati della meta-analisi sono molto interessanti. In molti casi, la pratica dello yoga ha portato a un miglioramento nei sintomi dell’asma e ad una diminuzione della necessità di assumere farmaci. Anche la funzionalità polmonare è risultata migliorata. Tuttavia, quando questi risultati sono stati confrontati con quelli ottenuti in seguito alla pratica del finto yoga è emerso che non vi era alcuna differenza e che i soggetti coinvolti hanno riportato i medesimi benefici. Lo yoga dunque può essere utile per il trattamento nei sintomi dell’asma, così come può esserlo qualsiasi attività di esercizio che porti con se anche una migliore gestione dello stress. La pratica dello yoga o di ogni altra attività simile (e ogni tipo di attività che si possa tradurre in un miglioramento nel benessere fisico e mentale), quindi, può essere utile nel trattamento dell’asma, ma non deve assolutamente sostituire la terapia standard prescritta dal medico, che prevede visite periodiche, test della funzionalità polmonare e terapie farmacologiche adeguate alla gravità della patologia.   Foto: Pixabay.com  

Info autore

Dr. Filippo Fassio

Allergologo, appassionato di allergologia e Allergy Blogger. Lavoro tra Firenze, Pistoia e Lucca. E cerco di fare del mio meglio per arrivare sempre alla soluzione del problema!