Allergia ad Alimenti

Allergia al frumento e intolleranza al glutine: le differenze

Allergia al frumento e intolleranza al glutine o celiachia sono patologie ben distinte, che è bene non confondere. Cerchiamo di capire le differenze. L’allergia al frumento è una vera e propria allergia alimentare, ovvero una reazione allergica scatenata dal sistema immunitario delle persone affette da questa patologia a seguito dell’ingestione di una particolare allergene (solitamente di natura proteica) presente nell’alimento, in questo caso quella del frumento. I sintomi di questa reazione allergica possono essere di vario tipo: dai più lievi, come prurito, orticaria, eruzioni cutanee e gonfiore, sino ai più gravi, che comprendono difficoltà nella respirazione e perdita di coscienza. Nei casi più gravi, una allergia alimentare può portare allo shock anafilattico e quindi – potenzialmente – essere fatale. La celiachia (anche chiamata sprue celiaca) è una patologia che invece interessa l’intestino tenue e che è causata da una reazione immunitaria al glutine. Si tratta però di una reazione non IgE mediata, cioè l’anticorpo IgE (il responsabile delle reazioni anafilattiche e allergiche) non gioca in questo caso alcun ruolo, o almeno non il ruolo principale. La celiachia viene generalmente diagnosticata con uno screening su esami del sangue e poi confermata dalla biopsia della mucosa del duodeno. Se non adeguatamente trattata attraverso una dieta senza glutine, può portare gravi conseguenze, soprattutto dal punto di vista della malnutrizione. Il glutine è un complesso proteico presente non soltanto nel frumento, ma anche nella segale, nell’orzo, nell’avena e in altri alimenti. L’unica cura attualmente nota per la celiachia è l’adozione di una dieta senza glutine, cioè una dieta che escluda tutti gli alimenti contenenti glutine. Chi è allergico al frumento generalmente invece è in grado di tollerare gli altri cereali, anche se nel 20% dei bambini affetti da allergia al frumento sono state riscontrate allergie anche ad altri cereali. Assicuratevi dunque di concordare sempre con il vostro allergologo da dieta più corretta per ogni tipo di allergia e per ogni soggetto. Foto: Pixabay.com

Info autore

Dr. Filippo Fassio

Allergologo, appassionato di allergologia e Allergy Blogger. Lavoro tra Firenze, Pistoia e Lucca. E cerco di fare del mio meglio per arrivare sempre alla soluzione del problema!