Allergia ad Alimenti

Allergia alle arachidi e al lupino: spesso sono associate

Il lupino, un legume la cui farina viene utilizzata nella preparazione di diversi alimenti, è stato inserito nel 2006 nella lista degli alimenti per cui la legge prevede l’obbligo di indicarne in etichetta presenze anche minime negli alimenti confezionati. Nel dettaglio, questo obbligo è previsto nelle direttive europee 2003/89/CE, 2004/77/CE, 2005/63/CE e 2006/142, recepite in Italia con l’emissione del decreto legislativo 178 del 2007. Un elemento di particolare allerta per i soggetti allergici è la presenza nel lupino di proteine molto simili a quelle delle arachidi. Una caratteristiche, questa, che rende i lupini un elemento potenzialmente pericoloso per chi soffre di allergia alle arachidi. Recentemente, infatti, anche la Food Authority ha rilevato gravi casi di reazioni allergiche causate dall’ingestione di lupini o farina di lupini. Come detto, i lupini o la farina di lupini vengono utilizzati nella preparazione di diversi alimenti, a volte insospettabili. È dunque sempre bene leggere con attenzione ogni etichetta dei prodotti confezionati che si acquistano e sapere che occorre fare particolare attenzione per i seguenti alimenti, che potrebbero facilmente contenere questo legume:
  • surrogati del caffè: la polvere di lupino, infatti, ha una sapore amaro in virtù del quale viene spesso utilizzata insieme alla polvere di orzo o frumento per ottenere una bevanda dal sapore simile al caffè
  • minestre e brodi pronti
  • prodotti a base di soia, come la salsa di soia
  • snack energetici e biscotti (il lupino infatti è un alimento altamente energetico e fornisce 114 Kcal per 100 grammi)
  • alimenti per celiaci (il lupino non contiene glutine)
  • preparati per pane speciale e prodotti da forno
Foto: Wikimedia Commons

Info autore

Dr. Filippo Fassio

Allergologo, appassionato di allergologia e Allergy Blogger. Lavoro tra Firenze, Pistoia e Lucca. E cerco di fare del mio meglio per arrivare sempre alla soluzione del problema!