Rinite Allergica

Rinite allergica: troppo diffuse le cure fai da te

Sono 113 milioni solo in Europa i pazienti affetti da rinite allergica. Sono dati dell’European Federation of Allergy and Airway Disease Patient Association, secondo cui il 30-35% del totale della popolazione europea soffre di allergie respiratorie nel corso della vita. Ed il 20% di tutta la popolazione è affetto da rinite allergica. A fronte di questi numeri alti sono però ancora troppi gli allergici che si curano da soli, facendo ampio uso di farmaci sintomatici da banco. Ma il 18% dei pazienti non risponde ai trattamenti e sperimenta un peggioramento della patologia con sintomi gravi. Il 45% dei soggetti che lamentano sintomi allergici non arriva mai a una diagnosi certa perché non riferisce al medico i sintomi. Ecco cosa accede in tutti i Paesi presi in esame nello studio Burden of Allergic Rhinitis in Europe, pubblicato sulla rivista scientifica Allergy, che ha analizzato le abitudini europee su questo argomento. I pazienti infatti si rivolgono al medico o allo specialista solo a seguito del primo episodio acuto di asma, ma dati dell’Irish College of General Practitioners dimostrano che persino il 60% degli asmatici non è viene controllato in maniera adeguata, anche nei bambini. Il dato relativo alle cure fai da te intraprese dai pazienti allergici è confermato anche dal Report Engaging Patients Through Social Media realizzato dall’Institute for Healthcare Informatics (IMS) dal quale emerge che la principale fonte di informazioni mediche per i pazienti è Wikipedia, nota enciclopedia partecipativa sul web. Murray Aitken, Direttore Esecutivo dell’IMS Institute for Healthcare Informatics, ha così commentato i dati emersi “Da questi dati si evince la necessità di contenuti pertinenti e accurati sul web, cui il paziente possa accedere liberamente.”. Accanto all’impegno alla presenza online per costituire canali di informazione accurata è comunque bene che ci si impegni nel comunicare ai pazienti che la migliore terapia per i propri disturbi può essere individuata soltanto a seguito di un controllo medico specialistico che possa valutare sintomi e necessità del paziente e mettere a punto insieme a lui una terapia adatta al suo caso specifico.   Foto: Flickr.com

Info autore

Dr. Filippo Fassio

Allergologo, appassionato di allergologia e Allergy Blogger. Lavoro tra Firenze, Pistoia e Lucca. E cerco di fare del mio meglio per arrivare sempre alla soluzione del problema!