Allergia ad Alimenti

Allergia al nichel: ecco quali sono gli alimenti da evitare

Cibi ricchi di nichel e consigli alimentari

Chi deve stare attento agli alimenti contenenti nichel?

L’allergia al nichel può causare sintomi fastidiosi, di cui abbiamo già parlato nell’articolo “Allergia al nichel solfato: sintomi e diagnosi”. Solo una parte dei soggetti con sensibilizzazione allergica al nichel hanno sintomi collegati all’assunzione di alimenti che ne sono ricchi. Questi soggetti pertanto (e non tutti coloro che hanno allergia al nichel…ad esempio i soggetti con dermatite da contatto e nessun altro sintomo) devo porre attenzione anche ad alcuni accorgimenti in cucina. Questi sintomi possono comparire o peggiorare sia quando si viene a contatto con oggetti contenenti nichel e sia quando si assumono alcuni alimenti ad alto contenuto di nichel. Ecco dunque quali sono gli alimenti da evitare per chi è allergico al nichel e quali sono invece i cibi consigliati.

Piccola guida gastronomica

Che cosa raccoglie questa piccola guida gastronomica: [checklist] [/checklist]

Alimenti da evitare per chi è allergico al nichel

Tra i cibi che contengono le maggiori quantità di nichel e che andrebbero quindi evitati il più possibile figurano :[checklist]
  • i legumi, sia freschi che secchi (tra i legumi i ceci sono quelli che generalmente vengono meglio tollerati)
  • i cereali
  • la farina integrale e quella di mais e i prodotti integrali
  • il cacao e il cioccolato
  • noci e mandorle
  • pomodoro e concentrato di pomodoro
  • spinaci
  • asparagi
  • pere
  • liquirizia
  • funghi
  • grano saraceno
  • pasta sfoglia
  • lattuga
  • lattuga
  • alimenti in scatola
  • ostriche
  • aringhe
  •  acciughe
  • lievito chimico
  • the
[/checklist]

Alimenti da assumere con moderazione

Alcuni alimenti hanno invece un contenuto di nichel limitato e andrebbero dunque consumati con moderazione senza eliminarli dalla dieta o ridurre drasticamente il loro consumo. Tra questi cibi figurano: [checklist]
  • prodotti contenenti farina 00 come pasta e pane
  • zucca e zucchine
  • melanzane
  • cetrioli
  • cavoli
  • carote
  • cipolle
  • marmellate e banane
[/checklist]

Alimenti consentiti

Via libera invece al consumo di: [checklist]
  • carne rossa o carne bianca
  • pesce (ad eccezione di ostriche, aringhe e acciughe)
  • latte
  • uova
  • formaggi
  • patate
  • agrumi e mele
[/checklist]

Qualche indicazione utile che potrebbe servirti

Alcuni piccoli accorgimenti in cucina possono aiutare chi è allergico al nichel a ridurre i sintomi e a stare meglio. Prima di tutto è meglio evitare l’utilizzo di pentole smaltate o in teflon. Per le stoviglie, meglio scegliere solo quelle in vetro, acciaio inox 100% o vetroceramica. Per quel che riguarda l’acqua, sia quella in bottiglia che quella del rubinetto sono sicure, mentre è bene sapere che l’utilizzo di caraffe filtranti o di sistemi di filtrazione che si applicano al rubinetto non hanno alcun effetto sulla concentrazione di nichel nell’acqua. E comunque, teniamo presente che il nichel è presente praticamente ovunque nell’ambiente, quindi l’obiettivo di questi consigli è di limitare l’esposizione e l’assunzione di questo metallo, piuttosto che di evitarlo completamente, che non sarebbe possibile.   Foto: Wikimedia Commons

Info autore

Dr. Filippo Fassio

Allergologo, appassionato di allergologia e Allergy Blogger. Lavoro tra Firenze, Pistoia e Lucca. E cerco di fare del mio meglio per arrivare sempre alla soluzione del problema!