Congiuntivite allergica

Congiuntivite allergica: occhio a non sottovalutarla

congiuntivite allergica
Occhi arrossati, prurito, lacrimazione eccessiva, gonfiore delle palpebre: sono i sintomi della congiuntivite allergica, una delle manifestazioni più comuni dell’allergia. Si tratta di una infiammazione a carico della congiuntiva, la membrana che ricopre il bulbo oculare e la parte interna della palpebra. Secondo stime recenti circa il 20% di coloro che sono affetti da allergie respiratorie (come l’allergia ai pollini, all’epitelio di animali, come il gatto, o agli acari) è interessato da questo genere di disturbi agli occhi. Ma non sono solo le allergie respiratorie le cause della congiuntivite allergica: attenzione anche ai cosmetici e ad alcune componenti dei profumi, che potrebbero scatenare reazioni allergiche. Proprio perché si tratta di un disturbo molto comune, la congiuntivite allergica viene spesso sottovalutata e non trattata. Ma questa non è certo la via più saggia, come indicato dalla Società Italiana d Allergologia ed Immunologia Pediatrica. Rivolgersi a uno specialista è invece importante, poiché la congiuntivite, se non curata, può provocare, nel lungo termine, danni alla superficie oculare. Appositi colliri lenitivi, terapie preventive e alcune buone pratiche possono invece essere molto utili per minimizzare i sintomi e mantenere nel tempo la salute dei nostri occhi. Tra gli accorgimenti utili per limitare i disturbi dovuti alla congiuntivite allergica vi è quello di indossare occhiali da sole in modo da proteggere gli occhi e di limitare invece l’uso di lenti a contatto, sulle quali potrebbero facilmente depositarsi e restare “intrappolati” gli allergeni. Sempre per coloro che soffrono di allergie respiratorie è buona norma evitare le uscite all’aria aperta nelle ore centrali e più calde della giornata, che sono anche quelle che fanno registrare la maggiore concentrazione di pollini. Ultimo ma importante accorgimento: evitare assolutamente di grattarsi gli occhi. Il prurito gli occhi è uno dei sintomi più fastidiosi della congiuntivite, ma lo strofinamento degli occhi peggiore la situazione poiché aumenta il contatto tra anticorpi e allergeni provocando una maggiore produzione di istamina, con l’unico risultato di aumentare la sensazione di prurito. Un circolo vizioso che deve essere evitato, magari sostituendo lo strofinamento con una delicata pulizia degli occhi con acqua o con apposite salviettine umidificate per oculistica. Mantenere nel tempo la salute di occhi e vista è semplice e importante. Se hai bisogno di più informazioni lascia un commento e discutiamone insieme! Foto: Flickr.com

Info autore

Dr. Filippo Fassio

Allergologo, appassionato di allergologia e Allergy Blogger. Lavoro tra Firenze, Pistoia e Lucca. E cerco di fare del mio meglio per arrivare sempre alla soluzione del problema!