Allergia ad Alimenti News

Allergici al polline? Attenzione alle verdure crude

verdure
Se I pollini scatenano starnuti a raffica e occhi irritati meglio fare attenzione anche a tavola, evitando frutta e verdura crude: è quanto consiglia l’ospedale Sant’Anna di Como che mette in allerta in merito alle possibili allergie crociate, per evitare reazioni fastidiose a carico del cavo orale. Le allergie crociate sono provocate dalla somiglianza di alcune proteine contenute negli alimenti con quelle cntenute in alcuni pollini allergenici. L’organismo di una persona allergia al polline, dunque, fatica a distinguere la proteina del polline da quella presente in alcuni alimenti e scatena una reazioni allergica. I sintomi possono andare dal semplice pizzicorre o lieve prurito alla bocca fino, nei casi più gravi, all’edema del cavo orale, con senso di soffocamento molto simile a quello provocato dall’asma. Ma la soluzione, è facile intuirlo, non è eliminare dalla dieta tutta la frutta e la verdura cruda. Si tratta invece di conosce il proprio corpo e la propria allergia e di conoscere quali alimenti possono scatenare possibili reazioni crociate. In alcuni casi è sufficiente cuocere quei cibi per provocare un cambiamenti nella struttura delle proteine contenute che è sufficiente a renderle innocue. In questo modo si evitano inutili rinunce e si può seguire la migliore alimentazione possibile, secondo i nostri gusti. Per informazioni su quali sono le allergie crociate più comuni consultate questo articolo. Per un consiglio personalizzato rivolgetevi al vostro allergologo. Foto: Wikimedia Commons

Info autore

Dr. Filippo Fassio

Allergologo, appassionato di allergologia e Allergy Blogger. Lavoro tra Firenze, Pistoia e Lucca. E cerco di fare del mio meglio per arrivare sempre alla soluzione del problema!