Immunoterapia News

Immunoterapia specifica: ecco in quali casi è adatta

L’immunoterapia specifica, anche detta vaccino antiallergico, è una soluzione percorribile per il trattamento di un gran numero di allergie, soprattutto se in forma grave. Ecco tuttte le informazioni utili per valutare se è possibile scegliere questa strada verso una salute migliore.

I farmaci per il trattamento delle malattie allergiche, infatti, trattano soltanto i sintomi dell’allergia, senza agire sulle cause. Una persona allergica dunque ha come primaria arma di prevenzione quella di evitare il contatto con l’allergene. In alcuni casi però evitare il contatto con pollini o acari della polvere non è così semplice. In tutti questi casi l’immunoterapia specifica può essere un ottimo alleato.

Come agisce l’immunoterapia specifica

Il nostro sistema immunitario è “programmato” per difendere il nostro organismo dal’attacco di batterie e virus grazie all’azione degli anticorpi. In un organismo allergico il sistema immunitario forma anticorpi contro sostanze innocue come peli di animali, acari o pollini: i cosiddetti allergeni, che vengono erroneamente riconosciuti come pericolosi dall’organismo. La reazione dell’organismo a questo “finto attacco” provoca i sintomi tipici dell’allergia: starnuti, congestione nasali, congiuntivite allergica.

L’immunoterapia specifica agisce abituando lentamente l’organismo a tollerare l’allergene, “riprogrammando” il sistema immunitario in modo che non reagisca più a contatto con la sostanza.

Prima di sottoporsi ad immunoterapia

Come prima cosa, prima di sottoporsi al vaccino antiallergico naturalmente necessario verificare che i nostri disturbi siano effettivamente di origine allergica. Questo si può fare attraverso esami diagnostici come test cutanei ed esami del sangue. In alcuni casi è inoltre possibile ricorrere a test di provocazione, in cui ilpaziente viene portato a diretto contatto con l’allergene per valutare la reazione del suo organismo, una operazione che deve essere sempre svolta sotto controllo medico.

Sulla base di questi test viene formulata per ogni paziente la terapia adeguata, contenente gli allergeni responsabili della sua reazione allergica.

Quali allergie sono trattabili

L’immunoterapia specifica è una strada possibile per il trattamento di allergie a pollini, peli di gatto e cane, veleno di apie e vespe, acari della polvere e muffe, latice. L’immunoterapia per le allergie alimentari è al momento in fase di studio.

Foto: Pixabay.com

Info autore

Dr. Filippo Fassio

Allergologo, appassionato di allergologia e Allergy Blogger. Lavoro tra Firenze, Pistoia e Lucca. E cerco di fare del mio meglio per arrivare sempre alla soluzione del problema!