Allergia ad Alimenti

Allergia al pomodoro: i sintomi

Foto di un pomodoro che si arrende
L’allergia al pomodoro è un tipo di allergia alimentare che può rivelarsi molto fastidiosa e difficile da individuare e diagnosticare correttamente, anche a causa della grande varietà dei sintomi che si manifestano, che vanno dalle semplici irritazioni sino a reazioni potenzialmente fatali come lo shock anafilattico. Foto di un pomodoro che si arrende a chi è allergico ai pomodori In questo articolo vedremo nel dettaglio: [checklist]
  • Quali sintomi possono essere riconducibili ad una allergia al pomodoro
  • Cosa fare per arrivare a una diagnosi e a una terapia
[/checklist]

Allergia al pomodoro, ecco i sintomi più lievi e quelli…

L’allergia al pomodoro può provocare sintomi da lievi a gravi, anche soltanto al contatto con questa verdura. Anche dopo un semplice contatto con la pelle, infatti, le cellule del nostro sistema immunitario (in un soggetto allergico), sono in grado di rilasciare istamina che provoca: [checklist]
  • Rush cutanei
  • Arrossamento della pelle
  • Prurito e bruciore
[/checklist]

Più gravi

Le reazioni più gravi si hanno però a seguito dell’ingestione del pomodoro. Tra i sintomi dell’allergia più comuni , vi sono: [checklist]
  • Tumefazione delle labbra o della a bocca
  • Orticaria
  • Difficoltà nella deglutizione o sintomi gastrointestinali come nausea o vomito
  • dolori addominali
  • diarrea
  • Difficoltà respiratorie, compreso un vero e proprio attacco asmatico
[/checklist] Altre volte invece, i sintomi legati a questo tipo di allergia possono essere anche molto diversi dai classici sintomi di una allergia alimentare, comprendendo mal di testa, disturbi del sonno, nausea, stanchezza e disturbi del sonno, irritabilità. Questi sintomi, generalmente, non sono imputabili a vere e proprie reazioni allergiche.

Cosa fare quindi?

La diagnosi allergia allergia al pomodoro può essere eseguita attraverso una visita allergologica e tramite esami come, in prima istanza, un prick test, e, se necessario, un dosaggio delle IgE specifiche per l’allergene. Il prick test si esegue pizzicando con una piccola punta sterile la parte interne del braccio del paziente e depositando sulla zona alcune gocce dell’estratto dell’allergene sospettato di scatenare la reazione. Dopo alcuni minuti si osserva se sulla pelle sono comparsi arrossamenti o gonfiore, che rivelano la presenza dell’allergia. Il dosaggio delle IgE specifiche invece è un semplice esame del sangue che rileva la presenza nel sangue degli anticorpi IgE specifici per l’allergene sospettato nel siero del paziente.

Come correre ai ripari se sei allergico al pomodoro

Nel caso di conferma di allergia al pomodoro, il primo accorgimento utile per evitare reazioni pericolose è naturalmente, come per ogni allergia alimentare, il cambiamento delle abitudini alimentari e l’adozione di una dieta che escluda il pomodoro o i derivati.

E non dimenticarti il tuo salvavita

È infine opportuno ricordare, per i soggetti in cui l’allergia al pomodoro comporta anche un rischio di shock anafilattico, l’importanza di avere sempre a portata di mano la terapia salvavita, ovvero l’adrenalina autoiniettabile.

Risorse utili

Se soffri di allergia ai pomodori o di un’allergia alimentare puoi approfondire questo argomento guardando questa mia presentazione ad un recente congresso allergologico. Video che spiega come somministrarsi l’adrenalina autoiniettabile
  • Buongiorno Dottore,
    da qualche giorno, per puro caso, accompagnando miei figli e marito a fare test di allergie, ho scoperto di essere allergica all’oliovo, pomodoro, frutta secca, ambrosia.
    Ora capisco : crampi, mal di pancia, diarrea, e soprattutto prurito alle gambe, schiena.
    Secondo Lei devo evitare del tutto questi alimenti? Suo collega che mi ha visitato ha detto che posso usare solo olio di mais in quanto quello di arachidi e girasole sono della stessa famiglia di frutta secca e ambrosia’
    Un’altra curiosità: melanzane e patate fanno parte della stessa famiglia di pomodoro, devo evitare anche queste verdure? perche nel test, mancano queste due voci.
    non potrei allora mangiare i sott’oli? come tonno, funghetti, ecc?
    mille grazie per la Sua disponibilità.

    • Salve,
      il solo test allergologico non è sufficiente per porre diagnosi di “allergia alimentare” e quindi decidere di escludere alcuni alimenti dalla dieta. Tenga presente che ci sono molte cross-reazioni tra pollini e alimenti vegetali. In molti casi, un soggetto con una forte allergia al polline, risulta positivo ai test cutanei per gli alimenti. Però poi non ha alcun sintomo quando li ingerisce. In questi casi, prima di escludere l’alimento dalla dieta, l’allergologo dovrebbe valutare attentamente la situazione. I test di allergologia molecolare, oggi, possono aiutare molto nell’attribuire il giusto significato alle positività “inaspettate”, come nel suo caso.
      Saluti

  • anna

    Buon giorno,
    da questa estate ogni volta che mangio la salsa di pomodoro, il pomodoro o qualsiasi alimento che lo contiene mi escono sulle mani delle piccole bollicine e ho prurito. Ho eliminato dalla dieta questo alimento ed è passato tutto. Ieri ho fatto il prick test è risultato negativo. A cena ieri sera ho mangiato il seme di pomodoro e subito dopo ho avuto prurito sulle mani. Cosa devo fare?

    • danilo

      Eliminare del tutto il pomodoro dalla tua dieta quotidiana

  • Davide

    Buongiorno, da diversi anni soffro di arrossamenti e perdite di sangue, nel tratto finale del retto. Mi sono accorto che se seguo una dieta escludendo il pomodoro i sintomi scompaiono del tutto. Questo succede sia nel pomodoro crudo che in quello cotto e diventano perdite importanti se nel cibo c’è del pomodoro secco. Non ho altre reazioni evidenti a volte la presenza di afte in bocca. Come lei ha ben scritto, è difficilissimo per me fare una dieta priva di pomodoro! Vorrei sapere se ha riscontrato casi come il mio e se esiste una possibile cura o se dovrò rassegnarmi a vivere senza pomodoro.
    Premetto che, ho effettuato colon e gastro con esito per fortuna negativo, operato di emorroidi 10 anni fa senza nessun miglioramento.
    Grazie

    • Salve,
      questo tipo di sintomi non sono tipici di un’allergia, comunque se non lo ha già eseguito consiglio un prick test per alimenti ed una visita allergologica.
      Cordialmente,

      Filippo Fassio

  • Giada Bianchi

    Buonasera , da una settimana ho dei pomfi sul corpo , nascano come delle bolle “d’acqua” e poi con il passare dei giorni diventono rosse . È da metà mese che a mensa mangio solo come primo il riso al pomodoro perché sono celiaca , la mia dottoressa mi manda dalla dermatologa ma lei pensa che questi pomfi ( che non mi danno prurito) possono essere legati Al pomodoro o eventuali altre intolleranze alimentari ? Grazie

Info autore

Dr. Filippo Fassio

Allergologo, appassionato di allergologia e Allergy Blogger. Lavoro tra Firenze, Pistoia e Lucca. E cerco di fare del mio meglio per arrivare sempre alla soluzione del problema!