Allergia ad Alimenti

Arachide: da spuntino regolare a emarginato sociale

allergia alle arachidi
Un recente articolo pubblicato da Miranda Waggoner, post-doc fellow presso il Population Research Institute dell’Univeristà di Princeton, getta un’ombra sulla reale pericolosità dell’allergia all’arachide. Questo tipo di allergia alimentare, soprattutto nel mondo anglosassone (USA e UK) ha guadagnato sempre più spazio tra i media e l’opinione pubblica, anche in seguito – purtroppo – ad episodi fatali di allergia alla nocciolina. In diversi casi, trattandosi di bambini che avevano consumato il pasto alla mensa scolastica – il fatto ha provocato un grande risentimento nell’opinione pubblica e, sulla scia di tali episodi, sono state emanate misure assai restrittive. In alcune località della Gran Bretagna o in alcuni Stati americani le arachidi sono bandite dalle mense scolastiche, in altri posti addirittura agli studenti è proibito portarle da casa nelle loro merende, per evitare che possano creare reazioni ai chi soffre di allergia. Nello studio sopra menzionato, in realtà, non si mette in dubbio la pericolosità dell’allergia all’arachide (e ci mancherebbe!!!), ma vengono fatte alcune considerazioni di ordine statistico/epidemiologico. In particolare, viene sottolineato che il numero di decessi negli USA da allergia all’arachide, in un anno, è analogo a quello delle persone che vengono folgorate da un fulmine. Gli Autori, quindi, sottolineano come vi sia una sproporzione tra come queste due eventualità vengono considerate: per loro sembra che all’allergia all’arachide sia riservato un posto troppo importante sui media e dall’opinione pubblica; mentre venire folgorati da un fulmine è considerata dai più un’evenienza rara e che fa notizia – per poco tempo – solo quando un malcapitato ne fa le spese. Dal mio punto di vista di allergologo, la cosa ha senso solo fino ad un certo punto. Perché il fulmine cade dal cielo, e ci possiamo fare poco. L’alternativa sarebbe non uscire di casa con il temporale…che in effetti è quello che le persone di buon senso – più o meno – fanno. Nel caso dell’arachide, soprattutto quando si ha a che fare con bambini, ogni sforzo è giustificato per minimizzare il rischio di possibili reazioni, dagli esiti anche fatali. E voi cosa ne pensate?       URL to article: http://www.futurity.org/society-culture/peanuts-from-regular-snack-to-social-outcast/

Info autore

Dr. Filippo Fassio

Allergologo, appassionato di allergologia e Allergy Blogger. Lavoro tra Firenze, Pistoia e Lucca. E cerco di fare del mio meglio per arrivare sempre alla soluzione del problema!