Monthly Archives: maggio 2010

  • allergia-a-scuola-320x477
    Gestione delle allergie a scuola Gestione delle allergie a scuola

    Gestione delle allergie a scuola

Gestione delle allergie a scuola

Le malattie allergiche interessano almeno un quarto degli studenti europei, riducono la qualità della vita e possono compromettere il rendimento scolastico; oltre a questo, vi è il rischio di reazioni gravi e, in rari casi, fatali. L’allergia infatti è una malattia multisistemica, e spesso i bambini hanno diverse patologie coesistenti, cioè rinite allergica, asma, eczema e allergie alimentari.

  • dermatite delle mani
    Dermatiti da contatto in aumento Dermatiti da contatto in aumento

    Dermatiti da contatto in aumento

Dermatiti da contatto in aumento

Sono in crescita del 6 per cento ogni anno i pazienti che non tollerano protesi dentarie, protesi d’anca, stent, pacemaker, cannule, cerotti transdermici, in tutto circa 30 mila l’anno solo in Italia. L’allergia è spesso dovuta a componenti metallici o plastici dei dispositivi medici e si manifesta con orticaria, prurito, difficoltà di respirazione e talvolta febbre. La pelle si arrossa, compare il prurito, a volte si fa perfino fatica a respirare. Non è però colpa di qualcosa che abbiamo toccato o mangiato, ma può dipendere proprio della protesi dentale cambiata pochi giorni fa, dello stent impiantato di recente, del cerotto transdermico applicato per la terapia iniziata da qualche giorno.

  • original_epiPen_epiPenJr
    Corso per l’uso dell’autoiniettore di adrenalina Corso per l’uso dell’autoiniettore di adrenalina

    Corso per l’uso dell’autoiniettore di adrenalina

Corso per l’uso dell’autoiniettore di adrenalina

Si svolto sabato 15 Maggio 2010 presso il Centro di Simulazione Medica di Prato il primo corso sull’uso dell’autoiniettore di adrenalina nello shock anafilattico.  Il corso è stato progettato dall’allergologo Filippo Fassio e dagli anestesisti-rianimatori Filippo Bressan e Chiara Gasperini. L’iniziativa era rivolta a soggetti allergici e loro familiari. Lo shock anafilattico è la più grave delle manifestazioni allergiche ed è una situazione potenzialmente mortale per la quale esiste fortunatamente la possibilità di autosomministrazione per via intramuscolare di un antidoto, consistente in una preparazione di adrenalina inserita in un apposito dispositivo di iniezione. 

  • EAACI Varsavia
    EAACI 2009 Varsavia – Premiato caso clinico EAACI 2009 Varsavia – Premiato caso clinico

    EAACI 2009 Varsavia – Premiato caso clinico

EAACI 2009 Varsavia – Premiato caso clinico

Il caso clinico “Recurrent angioedema in a patient with hypereosinophilia” che ho presentato  al congresso della società europea di allergologia ed immunologia clinica (EAACI) 2009 che si  è svolto a Varsavia, è stato premiato come miglior case report. Per gli iscritti EAACI, il caso clinico è consultabile anche sul sito web della società, a questo indirizzo: http://www.eaaci.net/resources/case-reports/2009.

  • attenzione ai morsi degli acari!
    Sapevi che l’acaro della polvere è una causa dell’allergia respiratoria? Sapevi che l’acaro della polvere è una causa dell’allergia respiratoria?

    Sapevi che l’acaro della polvere è una causa dell’allergia respiratoria?

Sapevi che l’acaro della polvere è una causa dell’allergia respiratoria?

Non si vedono, non si sentono, non pungono, ma sono con noi a migliaia, a milioni. Sono gli acari della polvere, una delle principali cause di allergia respiratoria. Gli acari sono piccoli artropodi, appartenenti a diverse specie. Le specie che sono in modo particolare correlate alle allergie respiratorie (asma e rinite)  sono collettivamente chiamate “acari della polvere di casa“, poichè hanno il loro habitat permanente nell’ambiente domestico. Essi sono fra gli esseri viventi più antichi sulla terra; essi possono vivere e crescere in ambienti differenti come le piante, i fiori, gli animali, l’uomo, la terra, sui laghi e sull’acqua salata, nelle case e nei rifiuti organici, nei materassi, nei libri etc.